Il miserabile dio di certi “credenti”

Quanto sangue è stato sparso in nome di Dio, quanti uomini sono stati calpestati nel Suo nome, quanta violenza è stata spesa per “onorare” Dio? Il conto credo ci sconvolgerebbe. Cristiani, Ebrei, Mussulmani, solo per citare le grandi religioni monoteiste, ora l’una contro l’altra, ora guerre fratricide, cristiani contro cristiani, mussulmani contro mussulmani, ebrei contro ebrei (anche se, ad onor del vero, questo è accaduto davvero assai raramente).

Massacri, saccheggi, stupri, mutilazioni, riduzione in schiavitù, prigioni, torture, e chi più ne ha più ne metta. Milioni di esseri umani, milioni di altri noi stessi, sono stati e sono sottoposti alle nefandezze più raccapriccianti, per “onorare” Dio…. dicono loro.

Questi criminali di ieri e di oggi, senza giustificazioni ieri e senza giustificazioni oggi, hanno commesso, molte volte in malafede, pochissime in buona fede, sempre lo stesso errore, cioè, credere che Dio, l’Altissimo creatore di tutte le cose visibili ed invisibili, avesse tremendamente bisogno di loro, creature piene di peccato e gonfie di presunzione e di odio, per compiere la sua missione di salvezza dell’umanità e/o per compiere il suo giudizio sugli uomini.

Sarebbe come se la magistratura per eseguire le condanne e per compiere la giustizia avesse assolutamente bisogno dell’aiuto di rapinatori, omicidi, sequestratori, truffatori ecc.. . Se non fosse drammatico ci sarebbe da ridere per 3 millenni di fronte a quanta arroganza può animare certi uomini.

Dio, invece, l’Altissimo, è autosufficiente e non ha bisogno dell’aiuto di nessuno, non ne ha avuto bisogno per creare, ha creato l’impossibile solo per la sua potenza che istupidisce l’uomo più di quanto non lo sia già,

Geremia 51:15 Egli ha fatto la terra con la sua potenza, ha stabilito il mondo con la sua sapienza e con la sua intelligenza ha disteso i cieli, Quando emette la sua voce, c’è un rumore di acque nel cielo; egli fa salire i vapori dalle estremità della terra, produce i lampi per la pioggia e fa uscire il vento dai suoi depositi.

Ogni uomo allora diventa stupido, privo di conoscenza ogni orafo ha vergogna della sua immagine scolpita, perché la sua immagine fusa è una menzogna, e non c’è soffio vitale in loro. Non ha avuto bisogno di nessuno neanche per stabilire cosa fosse giusto e cosa no, ne per giudicare e condannare; chi avrebbe potuto dargli consigli?….ah certi uomini che circolano per il nostro pianeta sicuramente si…illusi!

Dio non ha bisogno di nessuno nemmeno per diffondere la verità, semmai ha piacere che degli uomini a Lui fedeli ricevano il privilegio di servirlo in questa missione, un servizio però indispensabile solo alla gioia di chi vuole servirlo ma mai al buon fine della Sua opera.

Dio non ha ovviamente bisogno di nessuno, per salvare l’uomo dal peccato che lo condanna, un peccatore può solo aspirare a salvarsi non certo a salvare alcunché. Dio ancora una volta ha fatto tutto da solo, Lui che ha condannato l’uomo lo ha pure perdonato, Lui che ha fatto la giustizia ha pure soddisfatto quella giustizia a favore degli uomini attraverso Gesù.

Lui è il Salvatore, il propiziatore della salvezza umana e non ha avuto  bisogno di nessun uomo sacerdote o laico che sia, fanatico o incredulo. L’uomo può solo, se ci riesce, accogliere umilmente la salvezza che il Suo Creatore gli offre.

Dio ha compiuto ogni cosa da Padre misericordioso, animato sempre da amore vero, pazienza, compassione, giustizia, profonda passione per gli uomini che non vuole assolutamente punire e condannare ma vuole perdonare e salvare, tutti, occidentali, orientali, settentrionali e meridionali; sono tutti frutto delle Sue viscere, sono tutti amati in maniera speciale.

Dio è tutto, è sopra ogni cosa; che cosa potrà dargli l’uomo di tanto indispensabile?

L’uomo, nella Bibbia ad esempio, non appare mai indispensabile all’opera di Dio, semmai, appare per l’uomo, indispensabile partecipare all’opera di Dio, che non è esattamente la stessa cosa. Dio può fare a meno dell’uomo, non l’uomo di Dio.

Giobbe 22:2 «Può forse l’Uomo recare qualche beneficio a Dio? Certamente il saggio reca beneficio a se stesso.

Solo uomini profondamente ignoranti della maestà, della sovranità di Dio, possono credere che Lui abbia bisogno di loro e dei loro servigi. Questi sono gli uomini, che ieri come oggi, cristiani, mussulmani, ecc… sono quelli che hanno fatto diventare Dio quello che non è.

Il dio di questi uomini ignoranti, è senza autorità ed è incapace di agire autonomamente, ma ha bisogno di uomini per portare avanti i suoi progetti; è incapace di salvare senza l’operato dell’uomo; non è in grado di esercitare la sua giustizia ma si serve di uomini che, giudichino, condannino ed eseguano la condanna….tutto in nome e per conto del loro dio.

Oh! Che dio meschino e senza potere, un capobanda più che Il creatore amorevole di tutti. Un dio persecutore, un mangiatore di cadaveri, uno stupratore, un torturatore, un saccheggiatore. Questo era ed è il dio di tanti cristiani, mussulmani, ebrei ecc.. di ieri e di oggi…un dio miserabile!

Ma grazie al cielo questo dio non esiste, esiste solo nei cuori gravemente malati di quanti ieri come oggi non hanno cercato Dio, ma l’attenuante per dare sfogo alla perversione che era nei loro cuori.

Dio, l’Altissimo, unico e vero giusto e pieno di misericordia invece vuole salvare tutti gli uomini…… anche loro, criminali al soldo di un dio inesistente, perché anche loro sono creature dello stesso Creatore di tutti.

Contattaci